L'uso di tecniche di controllo chimico

Il controllo chimico, in particolare l'uso di anticoagulanti, solitamente costituirà la base del programma di controllo nella maggior parte delle infestazioni di roditori esistenti. Un buon programma integrato richiederà tuttavia che, anche se il controllo chimico è considerato come l'opzione di controllo più appropriato, restino da prendere una serie di decisioni per quanto riguarda l'opzione più appropriata di controllo chimico, nonché i dettagli relativi al modo in cui sarà presentato il rodenticida chimico. Si riassume la gamma di alternative chimiche agli anticoagulanti disponibili (si veda anche Classificazione e storia dei composti per roditori e Alternativa agli anticoagulanti: tecniche chimiche e di altro tipo). Una buona strategia integrata richiederà anche che vengano presi in considerazione le seguenti problematiche

Quale sostanza chimica?

Mentre i rodenticidi anticoagulanti cronici forniscono probabilmente l'opzione di controllo più conveniente, si deve anche considerare l'uso di rodenticidi acuti e/o sub-acuti, se disponibili. Queste alternative agli anticoagulanti forniranno più probabilmente un'opzione appropriata di controllo dove gli anticoagulanti non sono disponibili o non vengono approvati o dove c'è resistenza agli anticoagulanti nella popolazione di roditori.

Quale formulazione?

Le decisione di utilizzo della sostanza chimica più appropriata dovrà includere anche una considerazione su quale formulazione sia più appropriata all'infestazione da controllare e all'ambiente in cui il controllo è stato intrapreso. Oggi sono disponibili esche di rodenticida in una gamma di formulazioni che comprendono grani sciolti, sacche con esche, pellet, blocchi, esche in pasta/blocchi morbidi ed esche in gel. Non tutti saranno ugualmente appetibili per i roditori da trattare, e le diverse esche presenteranno diversi livelli di rischio a seconda dell'ambiente in cui il controllo è stato intrapreso. Selezionare la combinazione più appropriata di formulazione chimica ed esca è essenziale e richiede particolare attenzione.

Oltre alle formulazioni delle esche, vi sono tecniche aggiuntive per la presentazione dei rodenticidi chimici. Queste includono polveri da contatto, gel da contatto, schiuma da contatto ed esche liquide. I punti di forza e di debolezza ed i rischi connessi con queste tecniche, dovranno essere esaminati in qualsiasi programma integrato.

Presentazione?

Dopo aver deciso qual è la formulazione appropriata, è necessario considerare come utilizzare al meglio il rodenticida, da un lato per proteggerlo dall'accesso di animali non bersaglio, ma dall'altro anche per garantire che sia prontamente disponibile per i roditori che devono essere controllati, in modo tale da ottenere una rapida efficacia, nel modo più sicuro possibile. Dovrà essere valutato l'uso di contenitori per esche e le opzioni di presentare le esche direttamente ai roditori (specialmente per i ratti norvegesi), attraverso l'adescamento nelle tane.