Gestione integrata delle specie nocive

Un controllo delle popolazioni di roditori commensali economicamente sostenibile, sia su scala ridotta che più ampia, richiede una strategia pianificata. Agire senza un programma di controllo, va a discapito dell'efficacia a lungo termine.

Qualsiasi programma di Gestione Integrata delle Specie Nocive (inglese: Integrated Pest Management IPM) comprende una serie di elementi pratici e questo vale anche per la gestione integrata dei roditori. Per il successo finale, tuttavia, si deve presumere essenzialmente che la persona che applica la IPM sia adeguatamente preparata, competente e idealmente qualificata secondo gli standard richiesti. In alcuni paesi, è un obbligo di legge che coloro che utilizzano rodenticidi siano, sia istruiti che qualificati secondo le norme nazionali. Anche qualora tali norme nazionali non fossero imposte, è un requisito specificato sull'etichetta dei rodenticidi approvati e venduti per uso professionale che l'utilizzatore sia addestrato e competente.

L'effettiva applicazione delle raccomandazioni in questa sezione avrà un ruolo fondamentale nell'evitare lo sviluppo di resistenza agli anticoagulanti.

Gli elementi pratici che comprendono un programma di gestione integrata del roditore saranno considerati separatamente in questo capitolo. Tuttavia, da un punto di vista pratico, tali elementi sono spesso applicati insieme in modo integrato, dove ogni elemento è a supporto dell'altro, in un processo continuo, ad un livello maggiore o minore.

Di seguito sono elencati gli elementi essenziali di un programma efficace: